La dura vita di chi fa tape

Per quelli che, negli ultimi tempi, ci hanno chiesto se facciamo ancora tape la risposta è si.
Per portare avanti una distro servono due cose: tempo e passione. Nel primo caso siamo un disastro perché io, PandHaus e il buon Dj Flash abbiamo una media di otto/nove ore lavorative e il poco tempo libero che abbiamo lo sfruttiamo per portare avanti Scaglie di Rumore e i vari progetti a esso legati ovvero nel mio caso questo blog, Charged Attack, Peste e Eddie X Murphy, PandHaus con i suoi lavori grafici e Dj Flash con la sua validissima etichetta “è un brutto posto dove vivere”. Nel secondo caso chiedo venia ma la colpa è mia: Ho sempre reputato la musica underground un veicolo per trasmettere un messaggio, fatto completamente Do It Yourself per mantenere puro e libero quest’ultimo. Ormai da diverso tempo questo concetto sta andando affievolendo o sparendo e nella mia mente risuona “ Quando la musica morirà” dei EU’s Arse perché personalmente musica vuol dire suono e parole e se queste non hanno valore allora parliamo di semplici suoni.
Inoltre in tanti mi avete chiesto del blog, che negli ultimi tempi è stato curato un pochino di più e arricchito con articoli e recensioni con più frequenza rispetto al passato…no non stiamo diventando dei blogettari, semplicemente ho ascoltato o acquistato dischi di una bellezza incredibile che, purtroppo, essendo realizzati da band che musicalmente non sono convenzionali o non fanno parte di determinate etichette o collettivi sono stati completamente snobbati. In altri casi sono i deliri di un vecchio punk che non riesce a convivere con l’evolversi della musica e dei suoi mezzi.

In pochi sanno però che tra il 2013 e il 2014 quando la nostra precedente emittente radiofonica (che non cito perché non voglio problemi) chiuse per un breve periodo abbiamo pensato di portare il progetto scaglie sul tubo. Fin da subito però i problemi furono tanti e insormontabili:

1) Siamo veneti, la bestemmia è come la virgola e quando parte è un intercalare.
2) Ci mancavano i mezzi per farlo e le conoscenze per usarli
3) Siamo delle brutte persone, se una cosa non ci piace non ci piace. Pensate, perché facciamo poche recensioni?

Il punto 4 è più complesso e lo vorrei esprimere con più calma: cercavamo il confronto.
Cercavamo il confronto nel senso che se un utente non condivide la mia recensione o il mio articolo mi può scrivere e questo è un limite del blog: in pochi hanno voglia di creare un profilo per commentare un blog mentre anche il più scemo del paese può scrivere su youtube, facebook e social vari.
Ergo con questo sito non riusciamo ad avere un confronto con i nostri lettori e in realtà vorremmo sapere cosa ne pensate, il bello di avere una passione è CONDIVIDERLA, cioè io esprimo la mia idea e chi non la pensa come me può darmi la sua opinione e la cosa si potrebbe rilevare costruttiva per entrambi: ricordo ancora con grande piacere i dibattiti che potevano durare ore con il buon Rashad di Brucia Webzine sui dischi che recensivamo.
Questa voglia di condividere ci aveva fatto riflette sull’idea di cambiare piattaforma ma dopo una accurata riflessione abbiamo declinato e il motivo è semplice: Un dibattito costruttivo con un fan è impossibile perché anche se il disco della sua band del cuore farà schifo lo difenderà comunque. Seguo con piacere diversi canali di youtube che fanno recensioni di musica, film o libri e veramente siamo alla follia…gente che insulta, querela, minaccia di morte perché gli viene toccato l’artista…non sono queste le persone con le quali vogliamo condividere qualcosa ma con chi ha passione per la musica non per l’artista.

Quindi esattamente tre anni fa io e Dj Flash stavamo preparando gli articoli che poi il 28 giugno 2014 avrebbero composto la prima puntata di scaglie scaricabile gratuitamente sul nostro bandcamp. Anche questo aspetto ci piacerebbe riprendere in mano ma come anticipavo sopra visti i nostri impegni (e i miei alti e bassi) per il momento continuamo con le tape e in futuro vedremo. Per il momento SDR resta una crew di cassettari.

quando la musica morirà riderò quando vi vedrò ballare sulla tomba della vostra protesta, muovendovi su danza di violenza e apatia, con la vostra uniforme comprata da coloro che fingete di odiare….Guarderò dal pavimento coperto di sporcizia e volantini non letti, voi che avete occhi solo per il sesso e la birra, e orecchie solo per il rumore, e ridete e non pensate mentre vi fate di colla, osserverò dal fondo della stanza quella che doveva essere la notte di unione, mentre la massa di chiodi borchiati invece con nulla dentro di sè, convinti di aver fatto qualcosa…..Sulle scale fredde di casa mi sentirò solo come un cane mentre qualcuno getterà sul marciapiede una bottiglia vuota i cui vetri rotti saranno inutili e dispersi come voi…..

Ps. L’artwork sopra è come sempre offerto da Alx, un suo omaggio a questa crew di pazzi.

Buon Rumore

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...