Psychedelic Witchcraft – The Vision

Cari lettori vi devo confessare che il disco che vado a recensire oggi non lo conoscevo fino a qualche giorno fa. Volevo riascoltare i grandissimi Coven e per caso mi sono imbattuto nei fiorentini Psychedelic Witchcraft con il loro “The Vision“.
Onestamente mi hanno spiazzato sin dal primo ascolto perchè hanno un suono molto seventies riletto in chiave moderna, con testi ispirati dall’occultismo e dal satanismo tipici di Dennis Wheatley. Questi quattro ragazzi sono figli illegittimi di quella scuola bluesy e dark degli anni 70 come Pentagram, Iron Butterfly e ovviamente Coven. La voce è molto potente e suggestiva e si sposa molto bene con le chitarre “vintage” e squillanti (che ricordano formazioni come Graveyard e Witchcraft). Rispetto al precedente EP troviamo molti più riff heavy e frammenti doom, fattore che però ha messo in secondo piano la parte più psichedelica della band che in questo disco si fa sentire a gran voce solo con “Magic Hour Blues”. “A Creature” e “Witches Arise” sono pungenti e ben riuscite, “The Night” a differenza del resto del disco è più influenzata dai tardi 70 che dai suoni fine 60 e per questo stacca molto rispetto al resto dei brani e sorprende l’ascoltatore, “The Only One That Knows” è il brano più intimo, ballad blues romantica che prepara al brano successivo “War“, potente e fottutamente sabbathiano.
Onestamente questo disco mi ha intrattenuto parecchio, un mix pesante di esoterismo e occulto con bluesy doom, anche se in qualche circostanza alcuni brani assumono uno stile uniforme lo sforzo della band di non cadere nella staticità rende piacevole e intrigante l’ascolto. Consigliato caldamente agli amanti del rock classico.

Psychedelic Witchcraft – The Vision Youtube Full Album